Cercatori di Sogni

“È il tempo che tu hai perduto per la tua rosa che ha fatto la tua rosa così importante.”

Contatore


0 +

Chi siamo...


Chi siamo...
Ok, adesso facciamo sul serio!
Ma che ci fanno una Dark come Ses e una principessina come Audrey, nello stesso posto?
Il diavolo e l'acqua santa...il giorno e la notte...cosa si può avere in comune?
Ve lo dico subito!! I libri, l'amore per la lettura, anche se diversa, per lo scrivere e condividere questa passione.
A me piacciono le storie d'amore, romantiche che ti strappano il cuore e ti fanno piangere a più non posso, le storie che raccontano di vita vera, le battaglie fatte di persone che nonostante tutto non si arrendono mai.
Lei ovviamente tutto thriller, dark, horror.... insomma.. Stephen King, Hamilton, Ward, Wilde.... e molti altri....io amo la Mayer, Bosco, Nicholas Sparks, Follet, Glenn Cooper.
Di sicuro questo blog sarà gestito da entrambe, quindi non aspettatevi tutto rosa o tutto nero...ma aspettatevi del nero con sfumature di rosa!
Ci saranno rubriche interessanti, interviste a scrittori e non solo!!
Se sei uno scrittore, perché non ti proponi con il tuo libro? Insieme ci faremo spazio in questo mondo cosi bello e pieno di fantasia! Quindi, adesso vi salutiamo e ci vediamo molto presto su questi schermi! Non vedo l'ora!! P.s aiutaci a farci conoscere, e noi in cambio, non ti annoieremo mai.

Blog


  • 10/08/2020 10:03

Libro su wattpad https://my.w.tt/Yb3p10pYZ6

Ulteriori informazioni
1 min letti
  • 22/06/2020 10:10

una libreria, in mezzo alle nuvole? con la Feltrinelli da oggi si può!

Ulteriori informazioni
1 min letti
  • 21/06/2020 10:50

Il gabbiano più famoso al mondo, ci insegna che nella vita, non bisogna mai sottostare al volere di nessuno.

Ulteriori informazioni
1 min letti
  • 19/06/2020 21:41
  • 05/06/2020 22:35

Oggi parliamo di Vampiri

Ulteriori informazioni
2 min letti
  • 04/06/2020 09:22

parliamo del capolavoro del maestro del Brivido...

Ulteriori informazioni
2 min letti
  • 03/06/2020 15:29

Lettore Musicale


Squadra


Audrey Savant

Scrittrice per passione, Impiegata per dovere.

Leggo, fino allo sfinimento. Studentessa liceo Einstein di Torino.

Ulteriori informazioni

Karin

Recensioni e curiosità

Ulteriori informazioni

Rubina

Impiegata, poetessa.

Amo la poesia, ne fa parte della mia vita da sempre. Tengo sempre con me un quaderno dove appuntare ogni mia piccola ispirazione.

Ulteriori informazioni

Contact us


  • Roma, Lazio, Italia

Film e serie tv


One tree hill
1 min letti

Fratellanza, amicizia ,basket

Ulteriori informazioni
LA CASA DI CARTA
4 min letti
Film e serie tv.
5 min letti

La serie tv, da non perdersi! Vis a Vis

Ulteriori informazioni

Giochiamo!


Giochiamo!
1 min letti

Dai che libro parliamo

Ulteriori informazioni
Indovina il libro!
1 min letti

Leggi bene e scrivi quale libro è

Ulteriori informazioni

Interviste della settimana


Libro e film


27Jul

Un libro diventato film, entrambi bellissimi.

Buongiorno a tutti. Ho notato un miglioramento di interazioni con i miei post e vi ringrazio infinitamente, spero di appassionarvi anche oggi.
La domenica è fatta per fare tante cose, cucinare, rilassarsi, camminare stare con la famiglia. Ma tra queste anche la lettura, ha il suo spazio.
Oggi vi porto in una storia, intrisa d'amore. Quei amori, che difficilmente dimentichi.
Parliamo del romanzo di Nicholas Spark.
"Le pagine della nostra vita"
Questo libro è diventata anche una bellissima pellicola.
Inoltre lo si può anche vedere su Netflix per chi c'è l'ha.
Comunque, non mi voglio perdere in chiacchere... andiamo al sodo della storia.
Ah dimenticavo... preparate i fazzoletti!
Questo libro inizia con un uomo anziano che vive in una casa di cura/riposo. Tutte le mattine, si sveglia e si prepara con molta cura e va da una anziana signora, anch'essa nello stessa struttura, per leggerle una storia.
La donna soffre però di Alzheimer, quindi quando l'uomo ogni mattina va da lei, lei ogni mattina non sa chi sia.
Mentre l'anziano si dirige nella camera, le infermiere, ma anche gli ospiti della casa di riposo, lo guardano con affetto e dispiacere, perché non tutti i giorni sono buoni e non tutti i giorni riesce a leggere le sue pagine all'anziana, scritte da lui.
La storia che le racconta comincia nell'estate del 1940, durante il Neuse River Festival: due giovani ragazzi, Noah Calhoun, un semplice operaio nella segheria di paese, ed Allie Nelson, ricca ragazza di città, si conoscono casualmente. Malgrado appartengano a due ceti sociali differenti, fra i due giovani scoppia un amore intenso ed appassionato. Trascorreranno insieme tre settimane, condividendo i loro sogni nella grande casa che il ragazzo vorrebbe acquistare. Tuttavia, le cose non andarono molto bene. Infatti Allie, si trasferì con la famiglia in un'altra città lontana da Noah, per il volere dei suoi genitori, contrariati da questa relazione.
Quando Allie partì Noah, le promise che le avrebbe scritto tutti i giorni e così fece. Ma le lettere non arrivano mai a destinazione, perché la madre di Allie nascondeva qualsisia lettera arrivasse per la figlia. Così da far pensare, che Noah si fosse dimenticato di lei.
Noah dopo due anni di silenzi, convinto anch'esso, che la ragazza si sia oramai dimenticata di lui e durante la seconda guerra mondiale si arruolò nell'esercito.
Allie divrnne un infermiera e in questo periodo incontra un affascinante avvocato, di cui si innamora, che le chiederà la mano, al quale lei accetta senza alcuna riserva.
Quando Noah tornò dalla guerra decise di comprare la casa sul lago come avrebbe voluto fare anni prima e metterla a posto.
L'unico rammarico nella realizzazione del suo sogno è l'assenza di Allie, la ragazza che non ha mai smesso di amare, nonostante abbia frequentato altre donne. Il ragazzo, dopo un lungo ed estenuante lavoro, riesce a ristrutturare la casa facendola tornare ai vecchi splendori. La sua fatica riscuote l'ammirazione della gente, tanto che un cronista di un giornale locale elogia il lavoro e lo splendore del restauro svolto da Noah. Per Allie fervono i preparativi delle nozze, ma un giorno, casualmente, la ragazza legge l'articolo di giornale che parla di Noah e questo è sufficiente a scombussolare tutta la sua vita; sembra che il legame che la univa al giovane non si sia mai spezzato. Decide così di tornare a New Bern per capire se il matrimonio con Lon sia la scelta giusta. Allie e Noah si rivedono dopo molti anni ed inevitabilmente fra i due scoppia nuovamente la passione. Allie si ritrova così a dover compiere una scelta definitiva: mantenere la promessa al suo " Futuro sposo" oppure tornare dal suo grande amore Noah?
Chi è l'anziano lettore, che ogni mattina racconta questa bellissima storia d'amore all'anziana?
Ecco questa è la trama, come sempre non vi dirò la fine lascio a voi la lettura del libro o se preferite alla visione del film... o addirittura di entrambi.
Vi lascio a due curiosità su questo libro/film.
1) Nel libro vengono citate delle poesie di Walt Whitman raccolte nel volume Foglie d'erba.
2)Nel 2003 è stato pubblicato il sequel Come la prima volta (The Wedding), che ha come protagonista Jane Calhoun, al quale non posso dirvi chi è, altrimenti farei spoiler. 😂
Ok, oggi lo fatta lunga, grazie per aver letto tutto il mio scritto, alla prossima

Ulteriori informazioni
1 min letti
05Jul

Film e libro stupendi.

Buongiorno lettori, oggi vi parlo di un libro, che ha fatto straparlare di sé. Io prima di te. Lo conoscete? Ma certo che lo conoscete. Oltre al libro, ne è uscito anche un bellissimo film apprezzato da milioni di lettori e non. 

Ma iniziamo dal principio. 

La scrittrice Inglese, Jojo Moyes ha pubblicato questo libro, nel 2013. 

Ma avendo molto successo, ha poi continuato la saga con "Io dopo di te." E ancora "Sono sempre io." 

Ovviamente li ho letti tutti e tre, devo dire che il primo è quello che mi è piaciuto di più, gli altri due sono stati un vero e proprio strascico, a mio parere, di un onda da cavalcare. Detto questo, sono comunque apprezzabili. 

Ma torniamo al libro di cui vi parlo oggi. 

Io prima di te, è un libro che lascia il segno.

Non convenzionale, scritto molto bene, cattura il lettore sin dalle prime righe e non si ha pace finché non lo si legge tutto.

La storia d'amore è solo un mezzo - molto ben riuscito - per affrontare con delicatezza un tema molto difficile: la morte assistita, un argomento complesso che l'autrice affronta con grande maestria, facendo riflettere il lettore sul diritto del malato all'eutanasia, il suo riconoscimento solo in alcuni paesi, i problemi legali che comporta in altri, la difficoltà di accettazione da parte dei famigliari del malato che compie una scelta così drastica eppure liberatoria. 

Un libro profondo, mai scontato, che ti rimane dentro la testa per giorni e giorni..

Vale davvero la pena di leggerlo, non perché - come hanno scritto alcuni, "fa piangere" - ma perché fa riflettere con la mente e con il cuore sul bene più prezioso che abbiamo: la vita. 

Vi lascio la trama del libro. 

Louisa Clark ha ventisei anni e lavora come cameriera in un locale nella piccola località turistica in cui vive; è fidanzata da sette anni con Patrick, un ragazzo che però sembra non averle rapito totalmente il cuore, crede di avere alcune certezze nella vita, ma ignora che presto le perderà.Dall’altra parte, il trentacinquenne ricco e indaffarato Will Traynor, a causa di un incidente, è costretto a rivedere tutta la sua vita. Tutto quello che faceva diventa passato, impossibile ritrovare la gioia di vivere, la bellezza delle sue giornate sempre impegnate tra lavoro e vita privata. Louise viene assunta dai genitori di Will per far assistere, ma sopratutto per cercar di fargli cambiare idea al figlio riguardo all'eutanasia. Louise ha solo 6 mesi di tempo per riuscire nell'intento dei genitori. Riuscirà? 

Vi lascio, a voi, nella lettura o nella visione del film, ne rimarrete affascinati ne sono certa. 

Oggi più che mai w la vita sempre, buona domenica a voi tutti. 

Audrey 

Ulteriori informazioni
1 min letti
19Jun

E' ARIVATO IL FILM 365DNI SU NETFLIX

Ciao a tutti! Oggi  vi voglio parlare di un film che è  tratto da una trilogia Polacca scritta da Blanka Lipińska 365 Dni...

In Italia  è  stato Ribattezzato  365 day ,e stato  paragonato al nuovo Cinquanta sfumature di grigio della  E. L. James...cosa in parte veritiera perché  io l'ho trovato una scopiazzata enorme! Molte scene similari all'altro film... In 365 day lui: Massimo Torricelli  e un mafioso  che rapisce questa ragazza che lui  aveva visto sulla spiaggia ,prima di essere colpito  da un colpo di pistola,e per lui è  diventata un'ossessione... la rapisce e la porta nel suo castello,o meglio nella sua mega villa e le dice che la farà  innamorare di lui in un Anno...e ci riuscirà  il nostro Eroe 😂? Ci saranno scene molto Hot molto esplicite, in alcune parti alcune persone che conosco urlavano 'Non lo fare vedere'!! dopo il rapimento lei probabilmente  succube della Sindrome di Stoccolma (quella dove ti innamori del tuo sequestratore) si innamora di lui, Lui scopre che lei è in pericolo e la manda in Polonia terra natia della ragazza ...lei distrutta da questo distacco fa una rivoluzione, cambia colore di capelli e ritrova Lui entrato nel loro Appartamento, riscoprono la 'passione'esplodono scintille.. perché tra loro la chimica non manca! Lui le chiede di sposarlo e lei dice SI! Finale in sospeso perché  lei Laura di ritorno dalla prova abito, entra in una galleria e non si vede l'uscita... ci lasciano così  sulle spine... ci sarà  un seguito? Io lo guarderò per curiosità non sicuramente perche mi ha conquistata, lui Bravissimo oltre ad essere bellissimo uomo... ma alcune cose mi hanno lasciato  un po'  così..alcune frasi...qualche buco nella trama..che sicuramente  nei libri sarà diverso! Se verranno pubblicati in Italia sarei curiosa di leggerli... !curiose Bamboline? A film visto capirete 😂

Saluti la vostra  Bionda 

Ulteriori informazioni
1 min letti
12Jun

Questo è un articolo di blog generico che puoi utilizzare per aggiungere contenuti/argomenti del blog sul tuo sito web. Puoi modificare tutto questo testo e sostituirlo con qualsiasi cosa tu abbia da dire sul tuo blog.

Bentornati alla rubrica i libri che diventano film. Oggi parliamo del libro "Una ladra di libri" 

In realtà questo libro, scritto da Markus Zusak nato a Sidney nel 75', inizialmente si chiamava " La bambina che salvava i libri" uscito nel  2005. Il libro è ambientato nella seconda guerra mondiale, è incentrato sulla protagonista Liesel. 

Ha avuto un grandissimo successo, forse il più famoso dello scrittore tant'è che ci hanno fatto anche il film. super acclamato anche nelle sale cinematografiche, insomma, un successo su tutti i fronti. 

Ma adesso andiamo nel dettaglio della trama. 

La storia, ambientata inizialmente nel 1938 in Germania, si apre descrivendo la morte, vista come un qualcosa di misterioso ed affascinante. La protagonista, Liesel, è una bambina di 9 anni che, mentre è in viaggio in treno con madre e fratello, assiste alla tragica morte del fratellino. Nonostante il dolore, durante il funerale, ruba un libro sul lavoro del becchino. La madre di Liesel è iscritta al partito comunista e, dovendo a scappare dalla Germania nazista, dà in adozione la bambina alla famiglia Hubermann: la madre adottiva è una donna severa, mentre il padre non può più lavorare come imbianchino poiché non iscritto al partito nazista. Il primo giorno di scuolaLiesel viene derisa in classe dai compagni quando dichiara il suo analfabetismo, ma ottiene il loro rispetto picchiando il bambino che era capo del gruppo che la prendeva in giro. Quella sera, tornata a casa, il padre adottivo Hans Hubermann scopre che la bambina non sa leggere e scrivere e inizia ad insegnarle proprio utilizzando il libro dei becchini che la ragazzina possedeva. Da quel momento, Liesel sviluppa una vera passione per la lettura dei libri. Qualche tempo dopo la bambina assiste ad un rogo nazista di libridurante il quale riesce a rubare un libro che era caduto e non si era incendiato (ma viene vista da una signora). Arrivata a casa, inizia a leggerlo: il padre la scopre e semplicemente le dice di non dirlo a nessuno. Poco dopo nella casa di Hubermann arriva un giovane ebreo di nome Max che deve essere rifugiato in un posto al sicuro in cantina: è un amico del padre, che nel tempo diverrà amico anche della giovane. Un giorno Liesel si reca a casa del sindaco: la moglie di quest’ultima la riconosce come la bambina che aveva rubato il libro durante il rogo di libri, ma, invece di denunciarla, capendo la sua passione per la lettura (simile a quella del suo figlio morto in guerra), le mette a disposizione la biblioteca familiare per poter attingere qualsiasi libro lei voglia. Un giorno, però, durante una visita di Liesel a casa del sindaco per consegnare un vestito (la sua madre adottiva era la loro sarta), il primo cittadino scopre il rapporto che lei ha con la moglie, così le vieta di tornare a casa loro e licenzia la madre. Di conseguenza, la famiglia Hubermann cade in povertà; contemporaneamente Max si ammala e la giovane tenta di aiutarlo con la lettura. Poco dopo rischiano anche di essere scoperti dai nazisti durante una verifica della loro cantina, ma riescono a far scappare il povero Max giusto in tempo. Purtroppo Liesel deve vedere faccia a faccia ancora una volta la morte: la città tedesca in cui vivono viene bombardata una notte e così tutta la sua famiglia e anche la famiglia del suo amico Rudy Steiner vengono uccisi. Lei si salva solamente perché in quel momento si trovava a scrivere in cantina. Passano gli anni e troviamo Liesel a lavorare nel negozio della famiglia del suo scomparso amico Rudy, vivendo felice in una famiglia numerosa: un giorno passa a trovarla Max, salvatosi nella fuga dai nazisti. 

questo libro è un'incanto. Ti farà ridere, piangere e anche arrabbiare, ma non potrai fare a meno di finirlo, e poi subito di guardare anche il film, ed ecco che troverai delle differenze. 

Per chi non ha letto, ancora, il lbro... attenzione da qui .. è SPAM! 

Le differenze che ho trovato sono 6, alcuni luoghi vengono addirittura omessi. Ma se ne avete altre da suggerire, sono tutta orecchi! 


  1. Già in apertura, la morte del fratellino presentata nel film è totalmente diversa da quella del libro;
  2. Rosa Hubermann è presentata nel libro come una donna fortemente rozza e volgare, mentre nel film viene molto ripulita, attribuendole comportamenti molto più civili rispetto alla figura letteraria. Così facendo, però, perde gran parte delle sue caratteristiche di personaggio;
  3. Hans Hubermann è un uomo “umano”, così tanto da non riuscire a vedere gli ebrei soffrire senza aiutarli. Appena vede un signore anziano cadere ripetutamente gli porge un tozzo di pane ed immediatamente viene frustato dalle guardie naziste: sa che verrà segnalato e punito. La sua punizione sarà il fronte. Nel film tutto ciò non viene spiegato;
  4. Anche per il padre del piccolo Rudy la causa per cui sarà inviato in guerra sarà la stessa, una protesta contro i nazisti;
  5. Il modo in cui muoiono alcuni dei protagonisti alla fine del film non è fedele al libro;
  6. In generale, eventi cronologici non vengono spiegati, né rispettati e talvolta invertiti o stravolti.

Vi è piaciuto? allora mettete un commento con la vostra opinione! 

Al prossimo appuntamento ! 

Audrey

Ulteriori informazioni
2 min letti
05Jun

Libri che diventano film ???
Proprio così! Sono tantissimi i libri, che diventano un bellissimo film. I lettori amano questo passaggio, dalla carta alle pellicole. Ci sono film, che pur se tanto attesi poi non rispecchiano, il vero cuore del libro... almeno questo è ciò che trova un lettore accanito e seguace di una saga o di un romanzo. Tipo ? Va bene, per questo venerdì ho scelto...

“Colpa delle stelle”: tutte le differenze tra il libro di John Green e il film.

“Colpa delle stelle” ( film ) di Josh Boone ha riscosso un enorme successo, tanto quanto il libro. Ma solo chi ha letto il libro, prima di sedersi su una delle poltroncine di un cinema, ha notato ben12 differenze.

Non è la prima volta che succede ovviamente. Adattare un romanzo per il cinema non è semplice, di certo un autore fa  di una trama un libro, mentre una pellicola fa di un libro un riassunto, anche perché al max può durare un paio d'ore! La pellicola cerca di attirare anche chi non legge, e il pubblico lettore potrebbe anche apprezzare i minimi particolari di ogni pagina, ma diverso da chi non legge crollerebbe dopo i 180 minuti, al max.

 Ma torniamo a noi, siete curiosi di sapere cosa è stato modificato del romanzo bestseller di John Green? Scopritelo con me. Ovviamente solo se conoscete già la storia e non volete rovinarvi la sorpresa, continuate a leggere... altrimenti... prima leggete, guardate il film e poi venite a leggere anche me! Insomma, una volta fatto 30... fate 31.
Quindi occhio... da qui si Spamma!!



1) Nel libro, i genitori di Augustus NON permettono al figlio di portare Hazel al piano di sotto, per guardare da soli il film “V per vendetta”. Ma lasciano che Gus mostri alla ragazza il seminterrato, ma poi i due guardano la pellicola con Natalie Portman in soggiorno. Nel film, Gus e Hazel vanno al piano di sotto senza proteste da parte dei genitori.

2) John Green scrive nel suo romanzo che Hazel va all’ospedale a trovare Isaac, operato di nuovo agli occhi. Nel film questo non succede.

3) Nel romanzo, Hazel ha un’amica di nome Kaitlyn, che la spinge a superare i suoi limiti per quello che riguarda la relazione con Gus e al contempo la tiene aggiornata sulle ultime novità in fatto di moda. Nel film, di Kaitlyn non c’è traccia.

4) La ex ragazza di Augustus, Caroline Mathers, morta di cancro al cervello qualche anno prima, esercita una forte influenza sulle idee di Hazel nel libro. Nel film, invece, non si parla di Caroline o dell’impatto che ha avuto su Gus la sua dipartita.

5) La vediamo anche nel film, la mitica altelana di Hazel, ma a differenza del libro qui la ragazza non decide mai di metterla in vendita.

6) Il film omette una scena molto importante, quella nella quale Hazel e Mrs. Lancaster sentono Gus urlare all’indirizzo della madre, prima che i due ragazzi partano per il viaggio ad Amsterdam. Nel libro, questa conversazione preannuncia il ritorno del cancro di lui.

7)Nella pellicola, Gus dice ad Hazel di amarla mentre stanno cenando da Oranjee, ad Amsterdam. Nell’originale Gus dice: “Ti amo e so che l’amore è solo un grido nel vuoto…” sull’aereo per l’Olanda.

8 ) Parlando dell’Oranjee, nel libro Gus e Hazel cenano all’aperto, vicino agli olmi e al canale. Nel film, invece, i due ragazzi mangiano dentro al ristorante, anche se il menu prevede ancora champagne e risotto. Molly Hughes della produzione, fa sapere a tal cambiamento : “Abbiamo deciso di girare questa scena all’interno perché quando siamo stati ad Amsterdam per i sopralluoghi abbiamo realizzato che sarebbe stato buio, freddo e probabilmente piovoso in ottobre, un’atmosfera poco adatta a una scena romantica. Allora abbiamo ricostruito il locale a Pittsburgh. Ci auguriamo che il fatto che Gus e Hazel siano circondati da candele, luci e piante aiuti a creare un ambiente ugualmente suggestivo”.
Suggestivo di sicuro lo era, almeno a me è comunque piaciuto, l'adattamento della scena. Ok Molly te la perdoniamo.

9)Le sorelle odiose di Gus, i loro mariti e i figli turbolenti non compaiono spesso nel film, mentre nel libro Hazel li menziona di frequente, quando Gus si sottopone ai trattamenti medici. Ma anche qui, dato che erano odiose, ben venga che nella pellicola ci sia poco spazio per loro.

10)Nel romanzo, Hazel sorprende Gus a borbottare nel sonno dopo che lui, usando le parole della ragazza, “ha bagnato il letto”. È un momento davvero delicato e di totale vulnerabilità, nel quale lei realizza che il cancro si sta facendo sentire. Nel film questa scena manca, a mio parere è un pezzo importante della trama. È invece presente quella nella quale lei , dopo la chiamata di Gus, lo trova alla stazione di servizio, in un momento di crisi.

11)Nella pellicola, il regista ha deciso di non menzionare il disprezzo che Hazel mostra verso i commenti su Facebook dopo la morte di Gus. Nel libro, infatti, lei è infuriata per questi coontinui luoghi comuni e banalità, rispondendo in modo avventato, dando per scontato che Gus non avrebbe apprezzato queste frasi.

12) Ultimo punto! Nel romanzo, Hazel cerca dappertutto la “lettera” che Gus le ha scritto. Passa al setaccio la casa e anche il computer del ragazzo, prima che il padre di lui le riveli che ci sono alcune pagine mancanti nel taccuino di Gus. Dopo non aver avuto successo nella sua ricerca, Hazel decide di scrivere una mail all’assistente di Peter Van Houten, Lidewij, per sapere se le pagine sono state inviate al loro scrittore preferito. Si scopre che Gus ha mandato quello che ha scritto a Van Houten e Lidewij gira per mail l’allegato ad Hazel, così che lei possa leggerlo. Nel film, invece, la ragazza trova le pagine nella sua macchina dopo il funerale di Gus.

Questo è ciò, che ho notato io. Devo dire che in entrambi i casi, secondo il mio modesto parere, hanno toccato il cuore di tutti. Una storia bellissima e struggente.
In questi ultimi anni, le storie di malattie sono andate nelle top ten delle classifiche più importanti. Probabilmente, oltre alla parte romantica e dolorosa, il pubblico ama questo tipo di trama per svariati motivi. Uno di questi è la verità di una malattia e quindi la vicinanza alla realtà. Se lo avete letto, non vi rimarrà indifferente, e se non lo avete letto... dovete farlo assolutamente! E poi abbandonatevi al film, perchè pur avendo 12 differenze, non saranno così fastidiose.
Adesso vi saluto e al prossimo venerdì con la rubrica "Libri che diventano film." AUDREY. 

Ulteriori informazioni
2 min letti

Recensioni


GnoccoDay


LE NOSTRE RICETTE GOLOSE


Cronaca


26Jun

La tortura non è cultura


La Corrida nasce nei primi anni dell'800, inizialmente erano 6 Matador e 3 tori... poi si sono modificate alcune "regole" e sono diminuti i Matador... Purtroppo questo Orrore, perché io rinuncio a definirlo spettacolo...show... arte... è di una mostruosità inaccettabile...! Ci sono Arene in più città, la più conosciuta forse è quella di Siviglia.  Per far correre quei poveri Tori iniziano a pungolarli con degli uncini nella carne, sempre piu grossi in modo da poter vedere scorrere il sangue e provocargli dolore fisico per far in modo che il Toro si ribelli e  aggredisca il Matador( quando lo incorna io ne sono proprio felice... cattiveria? No Karma signori e signori!). Tornando a noi questi personaggi dopo che sventolano la loro bandiera davanti agli occhi di quel povero toro gli danno il colpo finale infilandogli la spada dietro il collo tagliandoli il midollo osseo e facendolo morire soffocato dal suo stesso sangue! Tutto con la folla che urla! Come ultimo vezzo, chiamiamolo cosi, il pubblico decide cosa tagliare a quella povera bestia morta... così... 😔. Può  essere  un orecchio o due orecchie che vengono poi anche regalate al pubblico... ditemi voi come la potete definire CULTURA... io la definisco TORTURA! Speriamo che le leggi cambino qualcosa, da poter eliminare questa BARBARIA!

 Anche stasera groppo in gola... a presto la vostra  Bionda 

Ulteriori informazioni
1 min letti
25Jun

Yulin la fiera della disumanità

Ciao Amici!

Oggi vi voglio parlare di questa ORRIBILE tradizione del popolo cinese... Loro lo chiamano Festival, io ci vedo solo Morte e Odio... inizia ogni maledetto anno, ad ogni solstizio d'estate, dove gruppi di "persone" va di casa in casa a rubare cani e gatti alle famiglie ...li rapiscono e li portano in questo grande mercato e li cucinano. Molto spesso in modi ignobili facendogli patire le pene dell'inferno perché sicuramente  nella loro credenza avrà un significato... tutti gli anni cerchiamo di firmare una petizione per fermare tutto ciò...ma chi di dovere specie il popolo e il governo Cinese fa orecchie da mercante... neanche il Covid-19 ha bloccato questo scempio! Io da proprietaria di Animali che amo alla follia  dico : NO A QUESTA BARBARIA !! Dite NO ANCHE VOI! Boicottiamo prodotti e usi cinesi.. firmiamo petizioni per fermare tutto ciò...ho scritto queste poche parole con un groppo alla gola credetemi! Vi saluto nella speranza che prima o poi,finalmente, cambi qualcosa... un saluto e un abbraccio a tutti voi e ai vostri pelosetti...

La vostra Bionda!

Ulteriori informazioni
1 min letti
19Jun

Morto a 55 anni Carlos Ruiz Zafón, tra gli scrittori spagnoli più noti

Carlos Ruiz Zafón è nato il 25 settembre del 1964 a Barcellona, lo scrittore più letto (Spagnolo) dopo Cervantes. 

Ha raggiunto il successo nel 2002 con L’ombra del vento, l’inizio della saga del Cimitero dei Libri Dimenticati,  tradotto in 36 lingue ottendo più premi internazionali.

Le sue opere sono tradotte in più di 40 lingue.

Ex insegnante all’asilo e poi sceneggiatore a Los Angeles e collaboratore di testate come El País e La Vanguardia, Zafón ha iniziato la sua carriera letteraria nel 1993 come autore per ragazzi (ricordiamo Il principe della nebbia). 

Dice in diverse interviste che trova più facile visualizzare le scene nei suoi libri in modo cinematografico, che produce nei mondi lussureggianti e nei personaggi curiosi che crea.

L’ombra del vento è stato il suo debutto nella narrativa per adulti. Nel 2008 l’uscita in Italia, sempre per Mondadori, de Il gioco dell’angelo, e nel 2009 di Marina.

Tra i suoi libri pubblicati nel nostro Paese anche Il palazzo della mezzanotte, Il prigioniero del cielo e, nel 2016, Il labirinto degli spiriti

 L' editore Planeta che ha dato la notizia. Ha scritto: "è una giornata molto triste per l’intero team Planeta che lo conosceva e ha lavorato con lui per vent’anni, in cui è stata forgiata un’amicizia che trascende la professionalità ”

Noi nel  nostro piccolo vogliamo salutare questo grande scrittore e uomo, che dopo una lunga lotta  di due anni contro un tumore al colon molto aggressivo  , ha dovuto lasciarci ( a noi tutti lettori) senza più i suoi amati scritti. 

Buon viaggio, caro amico. 

Audrey

Ulteriori informazioni
1 min letti
16Jun

Tartarughe marine: Oggi è il World Sea Turtle Day, il WWF festeggia la giornata mondiale

Oggi si festeggia la giornata mondiale delle tartarughe marine, che coincide con il compleanno di Archie Carr, conosciuto nel mondo come “il padre della biologia delle tartarughe marine”, specie a cui ha dedicato la sua intera carriera di ricercatore. Questi animali abitano i nostri mari, nidificano sulle nostre coste e sono protagonisti di importanti progetti del WWF rivolti alla loro conservazione e tutela. La salvaguardia delle tartarughe marine, per l’Italia in particolare della specie Caretta caretta, però, è possibile solo grazie al lavoro di esperti e volontari che, anche attraverso l’utilizzo di tecnologie d’avanguardia, si occupano di recupero, cura, monitoraggio e protezione di nidi. Solo nel 2019 il WWF in Basilicata, Calabria, Puglia e Sicilia ha coinvolto centinaia di volontari, affiancati da personale esperto, alla ricerca delle tracce di tartaruga marina

Ulteriori informazioni
1 min letti
12Jun

Oggi Anna Frank avrebbe compiuto 91 anni. Noi vogliamo riportare la prima pagina del suo diario.

Un estratto dal "Il diario di Anna Frank"

«Venerdì 12 giugno ero già sveglia alle sei: si capisce, era il mio compleanno! Ma alle sei non mi era consentito d'alzarmi, e così dovetti frenare la mia curiosità fino alle sei e tre quarti. Allora non potei più tenermi e andai in camera da pranzo, dove Moortje, il gatto, mi diede il benvenuto strusciandomi addosso la testolina. 
Subito dopo le sette andai da papà e mamma e poi nel salotto per spacchettare i miei regalucci. Il primo che mi apparve fosti tu, forse uno dei più belli fra i miei doni». Anna Frank. Oggi avrebbe compiuto 91 anni. Auguri!


Anna nasce il 12 giugno 1929 a Francoforte, ma i suoi genitori dopo l'ascesa del nazismo e il diffondersi dell'antisemitismo in Germania, decidono di trasferirsi ad Amsterdam. Nel 1942 le persecuzioni iniziano anche in Olanda e la famiglia Frank trova rifugio in un alloggio segreto. Il 12 giugno di quell'anno Anna riceve in dono, per il suo 13mo compleanno, un diario, che inizia a scrivere per combattere la solitudine, facendo finta di parlare con la sua migliore amica Kitty. Scrive ogni volta che lo può fare, fino al 1944, quando il nascondiglio della famiglia fu scoperto. Condotta nel campo di concentramento di Auschwitz e poi trasferita in quello di Bergen-Belsen, Anna muore qui nel 1945. Ha 16 anni ed è malata di tifo. 

Dopo la sua deportazione, il diario è rimasto nell'alloggio segreto: amici di famiglia lo trovano e lo consegnano al padre Otto, unico tra i Frank a essere sopravvissuto, che lo pubblica in Olanda nel 1947. La prima edizione straniera è quella tedesca, nel 1950. Da allora il Diario è stato pubblicato in 60 paesi e tradotto in 72 lingue. Ha venduto 30 milioni di copie.  Il manoscritto originale è conservato nell'Istituto nazionale degli archivi sulla seconda guerra mondiale di Amsterdam.

Ulteriori informazioni
1 min letti
10Jun

Oggi Nadia Toffa, avrebbe compiuto 41 aanni. Noi ti facciamo gli auguri. Sei stata e sarai sempre una grande guerriera. 

Il messaggio di Nadia è più forte che mai

Ho sempre pensato che la vita fosse disporre sul tavolo, nel miglior modo possibile, le carte che ti sei trovato in mano. Invece all'improvviso ne arriva una che spariglia tutte le altre, e la vita è proprio come ti giochi quell'ultima carta.

Ulteriori informazioni
1 min letti
09Jun

Vasco rossi, dopo 35 anni questo singolo, è sempre il top!

Oggi di 35 anni fa, cioè il 9 giugno 1985, usciva uno degli album più rappresentativi di Vasco Rossi: “Cosa succede in città”. Ed è proprio il rocker di Zocca a ricordare, con un post su Instagram, questa importante ricorrenza. Ecco le sue parole:


“È stata tutta un’evoluzione, io sono partito dai cantautori, io sono un cantautore, poi ho cercato di trovare un nuovo linguaggio, invece che usare la chitarra acustica e la ballata come strumento per esprimermi ho cominciato a usare il rock, il gruppo, la band però sempre con lo spirito dei cantautori, dei testi che devono avere un significato preciso, per me i testi devono venire fuori dallo stomaco, poi ho affinato, andando avanti, questo strumento, ho cercato di sintetizzare sempre di più, una volta si cantava molto in lungo, si raccontava, io ho cercato di “stringare” e di dire tutto in una frase, il concetto che pensavo che la gente non avesse tempo di ascoltare tutto e allora ho scritto altre cose, anche canzoni che dessero il senso anche senza raccontare niente o che fossero come flash di film, delle immagini e il mio primo esperimento è stato ‘Toffee’, quando dicevo “Passami l’asciugamano” pensavo non venisse capita, era un esperimento, e invece sì e allora ho continuato”.

“Cosa succede in città” andò subito in testa a tutte le classifiche, dove rimase per ben 29 settimane, e vinse 6 dischi di platino.

 sì e allora ho continuato”.

“Cosa succede in città” andò subito in testa a tutte le classifiche, dove rimase per ben 29 settimane, e vinse 6 dischi di platino.

Ulteriori informazioni
1 min letti
04Jun

L’ennesima macchia di razzismo… l’ennesimo segno di una umanità mai evoluta.


George Floyd era un uomo afroamericano di 46 anni. Nato a Houston, in Texas, ha frequentato la Yates High School come atleta multisport diplomandosi nel 1993. Era un rapper associato al gruppo hip hop di Houston Screwed Up Click e freestyle sotto lo pseudonimo di "Big Floyd" su mixtape pubblicato da DJ Screw. Nel 2009, Floyd è stato condannato a cinque anni di prigione per rapina aggravata con un'arma mortale. Floyd si è trasferito in Minnesota intorno al 2014. Ha vissuto a St. Louis Park e ha lavorato nella vicina Minneapolis come guardia di sicurezza di un ristorante per cinque anni. Al momento della sua morte, Floyd aveva recentemente perso il lavoro a causa dell'ordine di residenza del Minnesota durante la pandemia di COVID-19. Floyd era il padre di due figli, Quincy Mason Floyd di 22 anni e Gianna Floyd di 6 anni, che erano rimasti a Houston.

25 maggio 2020George Floyd morto nella città di Minneapolis, in Minnesota: viene registrata all'Hennepin County Medical Center, dove Floyd viene condotto dopo aver perso conoscenza nel corso di un arresto eseguito a suo carico da quattro agenti di polizia che rispondevano ad una chiamata di un negoziante locale nello stesso giorno. Parliamo di 4 agenti, contro un solo uomo! Un uomo che, non era un assassino, uno spietato serial Killer, un attentatore di Al Qaeda…L'episodio ottenne rapidamente risonanza internazionale in seguito alla diffusione del controverso filmato dell'arresto di Floyd stesso, dal quale sono successivamente scaturite proteste e manifestazioni contro l'abuso di potere da parte delle forze di polizia, nonché l'odio razziale perpetrato dalle stesse. Nel filmato infatti, viene mostrato l'agente di polizia Derek Chauvin premere il suo ginocchio sul collo di George Floyd per 8 minuti e 46 secondi e gli altri agenti non fare nulla per fermarlo.

La sera di lunedì 25 maggio 2020, George Floyd acquista un pacchetto di sigarette a Cup Foods, in un negozio che frequentava, all'incrocio tra East 38th Street e Chicago Avenue a Minneapolis in Minnesota. L’impiegato del negozio, credeva che la banconota da 20 dollari usata da Floyd fosse contraffatta. Poco prima delle 20:00, due impiegati di Cup Foods escono dal negozio e attraversano la strada per confrontarsi con Floyd, che era al posto di guida di un SUV Mercedes blu, insieme ad altre due persone, parcheggiate davanti a un ristorante Dragon Wok.

I dipendenti chiedono senza successo a Floyd di restituire le sigarette. Il dialogo è stato filmato dalla videocamera di sicurezza del Dragon Wok. Alle 20:01, un impiegato del negozio chiama il 911. Alle 20:08, gli agenti del dipartimento di polizia di Minneapolis (MPD) Thomas K. Lane e J. Alexander Kueng arrivano al Cup Foods ed entrano nel negozio. Alle 20:09, Lane e Kueng lasciano Cup Foods e attraversano la strada verso il SUV di Floyd. Lane si avvicina al SUV di Floyd, estrae la pistola e ordina a Floyd di mettere le mani sul volante. Un passante in un SUV Mercury parcheggiato dietro il SUV di Floyd inizia a registrare l'incontro con il suo telefono alle 20:10. A seguito di una breve lotta, Lane estrae Floyd dal SUV, lo ammanetta e gli comunica che è stato arrestato per aver utilizzato una valuta contraffatta. Alle 20:12, Kueng blocca Floyd, ancora ammanettato, sul marciapiede contro il muro di fronte al ristorante Dragon Wok. Intorno alle 20:14, Floyd cade a terra accanto all'auto della polizia di fronte a Cup Foods, e gli ufficiali lo raccolgono e lo mettono contro la porta dell'auto. Secondo i pubblici ministeri locali, Floyd disse agli ufficiali che era claustrofobico e non riusciva a respirare. Un ufficiale di polizia di Minneapolis Park arriva in risposta alla richiesta di assistenza di Lane e Kueng e sorveglia il veicolo di Floyd e i suoi occupanti dall'altra parte della strada.

Alle 20:17 arriva una terza auto della polizia, con gli ufficiali Derek Michael Chauvin e Tou Thao, che si avvicinano per assistere Lane e Kueng. Intorno alle 20:18, i filmati di sicurezza di Cup Foods mostrano Kueng alle prese con Floyd per almeno un minuto sul sedile posteriore del conducente mentre Thao osserva la scena. Una denuncia penale presentata contro Chauvin "sostiene che Floyd si rifiutò di entrare in macchina, anche dopo che gli ufficiali lo spostarono dal lato del guidatore al lato del passeggero. Alle 20:19, in piedi sul lato del passeggero del veicolo, Chauvin trascina Floyd attraverso il sedile posteriore, dal lato del conducente al lato del passeggero, e fuori dalla macchina, facendo cadere Floyd a terra, dove giaceva sul marciapiede, a faccia in giù, ancora con le manette. Floyd smette di muoversi verso le 20:20.

Testimoni multipli iniziano a filmare l'incontro; i loro video circolano ampiamente su Internet. Alle 20:20, uno spettatore alla stazione di servizio di Speedway LLC attraverso l'incrocio inizia a registrare video sul telefono che mostrava Floyd a faccia in giù sul marciapiede con il ginocchio di Chauvin sul collo di Floyd, Kueng esercita una pressione sul busto di Floyd e Lane esercita una pressione sulle gambe di Floyd, mentre Thao si trova nelle vicinanze.[12] Floyd può essere sentito ripetutamente dire "Non riesco a respirare", "Per favore, per favore, per favore" e "Per favore, amico". Lo spettatore ha smesso di girare quando Lane sembra che gli dica di andarsene. Anche alle 20:20, una seconda persona, in piedi vicino all'ingresso di Cup Foods, inizia a registrare video di Floyd immobilizzato dal ginocchio di Chauvin e lo trasmette in streaming su Facebook. Verso le 20:22, gli agenti richiedono l'intervento di un'ambulanza, chiedendo inizialmente un "codice due" non di emergenza prima di inoltrare l'urgenza a un "codice tre" di emergenza. Chauvin continua a tenere Floyd bloccato. Qualcuno chiede a Floyd: "Cosa vuoi?" Floyd risponde: "Non riesco a respirare, per favore, il ginocchio al collo, non riesco a respirare".Alle 20:25, Floyd appare privo di conoscenza e i passanti si confrontano con gli ufficiali sulle condizioni di Floyd, esortandoli a controllare il suo polso. Chauvin trattenne Floyd per 8 minuti e 46 secondi, sollevando il ginocchio dal collo di George solo dopo la richiesta dei paramedici, noncurante del fatto che Floyd avesse nel frattempo perso conoscenza da oltre 3 minuti. All'arrivo dei paramedici, Floyd viene successivamente condotto all'Hennepin County Medical Center, dove sarà dichiarato morto. io sul collo di George Floyd per 8 minuti e 46 secondi e gli altri agenti non fare nulla per fermarlo. Il video dell'arresto di George Floyd venne inizialmente trasmesso con una diretta social e successivamente diffuso via Internet tra il 25 ed il 26 maggio 2020, causando l'indignazione del sindaco di Minneapolis Jacob Frey, che richiede l'immediato licenziamento dei quattro poliziotti coinvolti nell'accaduto, oltre all'incriminazione degli stessi. L'evento fece scaturire le proteste, inizialmente pacifiche, della popolazione, afroamericana e non, di Minneapolis, poi degenerate in una rivolta violenta, che ha richiesto la migrazione di alcuni residenti nonché la mobilitazione di diversi agenti di polizia. L'accaduto ha destato clamore anche al di fuori della metropoli stessa, e non solo entro i confini del Minnesota: la speaker della Camera Nancy Pelosi ed il governatore del Minnesota Tim Walz hanno etichettato la morte di Floyd come un omicidio, mentre la vice-presidente del consiglio cittadino di Minneapolis Andrea Jenkins ha riconosciuto una discriminante razzista nell'evento, ricevendo sostegno dal capo di polizia Medaria Arradondo. Numerose testate giornalistiche, statunitensi e non, hanno denunciato l'abuso di potere commesso da Chauvin ed i suoi colleghi. Il 27 maggio 2020 una manifestazione tenutasi a Los Angeles, organizzata dal movimento Black Lives Matter, ha commemorato la morte di Floyd. La protesta violenta si è ben presto diffusa nelle città di New York, Detroit, Los Angeles, Atlanta, Portland, Richmond, Oakland e San Jose.Il 28 maggio 2020, a causa della crescente brutalità delle proteste, il governatore Walz ha richiesto l'intervento della Guardia nazionale nella città di Minneapolis: Trump ha perciò consentito la mobilitazione di 500 uomini all'interno della metropoli, al fine di sedare i disordini. Lo stesso giorno viene registrata la prima vittima della rivolta, uccisa da un colpo d'arma da fuoco in un negozio di pegni; la sede del terzo distretto della polizia di Minneapolis viene inoltre data alle fiamme dai rivoltosi. Il 29 maggio 2020 i media segnalano che le autorità di Minneapolis hanno perso il controllo degli epicentri della rivolta, compreso il terzo distretto di polizia. Nel frattempo, il Presidente degli Stati Uniti Donald Trump rende noto l'arrivo della Guardia nazionale a Minneapolis, criticando aspramente l'operato di Frey, accusandolo di mancanza di leadership. Il 30 maggio 2020 le speculazioni sull'orientamento politico dei rivoltosi e saccheggiatori, tra chi sostiene che si tratti di suprematisti bianchi in incognito e chi di anarchici, coinvolgono anche il Presidente Trump, che li addita come appartenenti ai movimenti anarchici di sinistra ed ai gruppi antifa statunitensi. Nel frattempo, la Guardia nazionale comunica che il numero di uomini nel territorio aumenterà fino a 1700 unità, mentre il maggior generale Jon Jensen afferma che a questo numero si sommeranno altri 2000 uomini della Guardia, superando così il più alto numero di truppe della Guardia mai mobilitate nella storia del Minnesota.Il 31 maggio 2020 la Guardia nazionale del Minnesota riferisce in mattinata che il numero di soldati nel territorio passerà da 4800 a 10800 unità. Nella serata viene segnalato un incidente sul ponte della Interstate 35, ancora occupato da un gruppo di oltre cinquemila manifestati, dopo che un'autocisterna ha deliberatamente tentato di attraversare lo stesso ponte.

Indagini e sviluppi

Il sindaco Frey ed il commissario Arradondo hanno sin da subito dichiarato l'illegalità della manovra d'arresto fisico adoperata da Chauvin, per quanto i poliziotti stessi avessero dichiarato che Floyd aveva opposto resistenza all'arresto. In breve tempo viene diffuso il filmato di una telecamera di sorveglianza, che evidenzia la mendacia delle dichiarazioni dei quattro agenti di polizia, poiché nelle immagini Floyd è invece collaborativo e non si oppone all'arresto. Dopo l'immediato licenziamento dei quattro poliziotti, Chauvin viene posto in stato d'arresto in seguito alle indagini compiute dalle autorità, con il coinvolgimento dell'FBI. Il 30 maggio 2020 viene resa nota l'autopsia del coroner dell'Hennepin County Medical Center, secondo la quale sul cadavere di Floyd non risultano segni di asfissia o strangolamento fatali per lo stesso uomo: ciononostante, vengono messe in evidenza pregresse condizioni di salute alterate di Floyd, quali problemi di ipertensione cardiaca e disturbi alle arterie coronarie, verosimilmente aggravatisi dalla manovra adoperata da Chauvin al punto da risultare letali. La famiglia di Floyd ha immediatamente richiesto una seconda autopsia indipendente. Il 30 maggio 2020 Chauvin viene accusato di omicidio di terzo grado, nonché di omicidio colposo di secondo grado. Lo stesso giorno trapela su più testate la notizia di un suo possibile tentativo di suicidio, ragion per cui l'ex poliziotto viene posto in cella di isolamento con videosorveglianza costante e controlli di persona ogni quindici minuti. Il 31 maggio Walz dichiara che intende affidare la gestione del caso, precedentemente assegnato all'avvocato della contea di Hennepin Mike Freeman, all'attorney general del Minnesota Keith Ellison, il quale accetta l'incarico.

Il 1° giugno, al termine di un'autopsia condotta privatamente su volere della famiglia Floyd, con la sovrintendenza dei dottori Michael Baden (università del Michigan) e Allecia Wilson, viene determinata come causa di morte l'asfissia provocata dalla manovra di Chauvin, che ha ostruito il flusso sanguigno verso il cervello nella zona del collo.

                                                                                                                                                                           Ses

Ulteriori informazioni
5 min letti

100 autori


Servizi


Soundcloud


CERCHI UN BLOG PROFESSIONALE, PER LA RECENSIONE DEL TUO LIBRO, GRATUITAMENTE ?

Sei nel posto giusto! Che aspetti contattaci

Con noi avrai, visibilità, professionalità e una collaborazione a 360⁰.